Peso/Metabolismo


Peso/Metabolismo

Peso

L'aspetto fisico, la statura, lo sviluppo dei muscoli e del grasso possono variare e dipendono da vari fattori:

Geni:
Da studi con gemelli e persone adottate emerge che la genetica è responsabile del volume del grasso nel corpo del 40-60% .

Preferenze e abitudini alimentari.
Se dalla nascita un bambino è nutrito con molti carboidrati spesso conserverà questo tipo di nutrizione per tutta la vita. Però non tutte le persone che mangiano molti carboidrati aumentano di peso: la dieta non è l'unico fattore che provoca un aumento di peso.

Flora intestinale.
Le persone obese non hanno la stessa flora intestinale come le persone magre. La flora batterica intestinale delle persone magre provoca un migliore utilizzo dell'energia. La flora intestinale degli obesi contiene più batteroidi e meno firmicutes (vari ceppi di batteri dotati di una struttura della parete cellulare di tipo gram-positivo).

Cervello.
Da esperimenti si è concluso che la stimolazione elettrica del nucleus accumbens e della corteccia prefrontale provoca un cambiamento delle abitudini alimentari.


Terapie
Movimento.
Il movimento consuma l’energia attraverso l’attività muscolare, inoltre mantiene funzionale anche il cervello!

Dieta . Deve sottostare ad alcune regole.
Le verdure sono la base della dieta. Esse contengono vitamine, minerali e anche scorie. La dieta deve essere povera di carboidrati, quindi è necessario eliminare il pane e la pasta (low carb).
Certo è che abbiamo bisogno anche di carboidrati. Il loro fabbisogno viene coperto in modo sufficiente dalle verdure.
La quantità di grasso (burro, grasso di noce di cocco) è libera, non deve essere ridotta. I grassi nel loro metabolismo producono corpi chetonici, a condizione che non si mangi più di tre volte al giorno. I corpi chetonici riforniscono di energia muscoli e cervello. 

Per stimolare il dimagrimento le proteine sono molto raccomandate dalle diete perché hanno un "effetto dinamico specifico": attivano il metabolismo che per sè consuma energie. Ma attenzione: non bisogna esagerare! Non tutti gli aminoacidi, che sono le particelle delle proteine, possono essere convertiti nel nostro corpo in nuove proteine. Nel nostro metabolismo possiamo usare unicamente circa il 32% dalle proteine della carne, del pollame, del pesce e delle uova; circa il 17% dalle proteine del latte e della soia. Per questo motivo si vieta la carne agli ammalati di reni. 

Al giorno abbiamo bisogno di almeno 1 g di proteine per ogni kilo di peso corporeo. MAP offre (una parte) di queste proteine. Col passare degli anni, aumenta il fabbisogno di proteine, perché l’organismo è sempre meno in grado di costruire le sue proprie proteine.
MAP (Master Aminoacids Pattern) consiste al 100% da 8 aminoacidi ad elevata purezza che vengono assemblati in modo ottimale per essere elaborati dalle proteine umane. Raggiungono un utilizzo netto di azoto (NNU – Net Nitrogen Utilization) al 99%.

È importante evitare cibi che provengono da una produzione industriale, come margarina,  succo d’ arancia o succo di soia, perché contengono conservanti e altre sostanze chimiche così pure dolcificanti artificiali tipo saccarina che aumentano il peso contrariamente a quanto si pensa.

Il Concetto Rohner offre una dieta dettagliata ed equilibrata. È una forma di nutrizione che è valida per tutta la vita. La sua elaborazione individuale si basa sulla forma del corpo, la curva glicemica e altri valori di laboratorio.

Auriculomedicina.
Per dimagrire i movimenti e il regime bastano spesso ma non sempre. Il motivo della mancata azione sul metabolismo può essere un blocco su livello molecolare, spesso dovuto ad intossicazione di pesticidi o insetticidi, di metalli come il mercurio o l’alluminio e molte altre sostanze. L’auricolomedicina può trovare il motivo di questo blocco e anche curarlo. Inoltre l’auricolomedicina riesce a stimolare il cervello. 


Terapie invasive, come la Endobarrierliner o la chirurgia bariatrica restano riservati alle persone molto adipose.