Metalli e minerali


Metalli e minerali

Metalli e minerali

Numerosi metalli e minerali sono necessari per la fisiologia dell’organismo. Una quantità fuori i limiti prestabiliti, sia verso l’alto o verso il basso, è sempre dannosa. Certi metalli come il mercurio o l’alluminio non devono trovarsi nel corpo. 

Il corpo acquisisce i metalli e minerali tramite i cibi. Loro non si distruggono con la cottura. Devono essere costantemente reintrodotti visto lo scambio continuo e l’eliminazione attraverso le feci, le orine e il sudore. 

L’auricolomedicina ci avverte se la quantità dei metalli e minerali del corpo non è equa. Bisogna eliminare un’ eccesso, una mancanza deve essere sostituta. 

https://www.centrosan.com/Wissen/Naehrstoff-Lexikon/Spurenelemente/Chrom.php 
https://it.wikipedia.org/wiki/Oligoelementi

La fisiologia conosce microelementi e oligoelementi. La loro dosi nell’organismo è sempre minima. Quella degli oligoelementi è più piccola di quella dei microelementi. 


I microelementi sono: 

Calcio (Ca)

Cloro (Cl)

Potassio (K)

Magnesio (Mg)

Sodio (Na)

Fosforo (P)

Zolfo (S)

Non troviamo Sodio e Cloro nell’esame ordinario di auricolomedicina. Soppongo perché si trovano sotto forma del sale in quantità sufficiente nei cibi e l’organismo sa regolarli bene in circostanze abituali. 

Il sale è importante. Gli ioni Na+ costituiscono il 90% degli elettroliti nei liquidi corporei, nel sangue e nel liquido interstiziale. Troppo sale aumenta il volume dei liquidi e aumenta la pressione del sangue. Na+ è anche importante nell’ equilibrio del sistema acido-basico. 

Trovo il Cloro come causa esterna di eczemi dai natanti delle piscine che usano acqua clorata come disinfettante. Cloro è un allergene di contatto.  

Il fosforo è molto importante per le informazioni genetiche facendo parte delle molecole RNA e DNA. È fondamentale anche per la produzione energetica essendo un elemento dell’adenosintrifosfato. 
Il fosforo è integrato nelle ossa sotto forma di fosfato di calcio e di magnesio.
Il fosforo si trova nel latte, nei cereali integrali, nella carne e nel pesce. 
Il nostro gruppo pensa che una sovradosi di fosforo, ingerita per esempio con le salsicce, è corresponsabile per il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (DDAI, in inglese ADHD - attention deficit hyperactivity disorder). 

Lo zolfo si trova in certi aminoacidi e vitamine. Partecipa alla formazione della cartilagine, dei nervi e dei capelli. 
Lo zolfo si trova in cibi ricchi in proteine come uova, latte, pesce e carne; poi nelle noci, nel senape e la famiglia dei porri come cipolle, aglio ursino, porro e erba cipollina. 

Il magnesio è lo ionio centrale della clorofilla, così come il ferro è lo ionio centrale dell’emoglobina. Il magnesio strutturalmente è vicino agli “emi” (emoglobina, mioglobina e citocromo). Il magnesio permette reazioni enzimatiche come coenzima o essendo parte degli enzimi stessi. 
Il magnesio ha una funzione nel sistema immunitario e per il potenziale di riposo delle membrane cellulari dei muscoli e dei nervi. Partecipa alla formazione ossea sotto forma di fosfato di magnesio e fluoruro di magnesio. 
Il magnesio si trova nei cereali integrali, nelle acque minerali, nella carne e nel pesce, nel cioccolato, nelle banane e nei semi di zucca e di girasole. 

Il calcio si trova nell’organismo nelle ossa e nei denti sotto forma di sale avente composizione chimica Ca10(PO4)6(OH)e nominato idrossiapatite. Conferisce loro stabilità e durezza. Per altri compiti, come per l’equilibrio acido-basico o per la coagulazione del sangue, agisce sotto la sua forma ionica Ca+..Ca++ regola anche i così detti canali ionici. In questo modo aiuta a regolare la pressione del sangue e l’eccitazione dei nervi e dei muscoli.  
Il calcio si trova nei medesimi cibi come il magnesio. 

Il potassio regola la bioelettricità delle membrane cellulari o del potenziale delle membrane. È importante per il cuore. Troppo potassio può portare a un arresto cardiaco.
L’ingerimento giornaliero è alto, da 2-4 g. I reni eliminano il potassio. I pazienti con una disfunzione renale devono osservare un regime, per diminuire l’assunzione. 
Il potassio si trova nella frutta come albicocche, nei fagioli, nella soia (tofu) e nelle verdure. 


Oligoelementi

Elenco gli oligoelementi secondo l’importanza che assumono nella mia pratica giornaliera. 


Oligoelementi essenziali

Ferro (Fe)

Iodio (I)

Rame (Cu)

Manganese (Mn)

Molibdeno (Mo)

Selenio (Se)

Zinco (Zn)


Il selenio fa parte di certi aminoacidi, proteine e enzimi. Selenio è un antiossidante, cura lo stress ossidativo delle cellule. Lo trovo effettivo contro malattie autoimmuni della tiroide e per la sterilità maschile. Il selenio è presente nelle piante in dipendenza del contenuto di selenio della terra. La noce del Brasile (Paranuss) lo arricchisce molto. Si trova nei cavoli, cipolle, cereali integrali e leguminose.

Il manganese fa parte di diversi enzimi e collabora alla formazione del tessuto connettivo, della cartilagine e delle ossa. Il manganese si trova nelle verdure, nelle leguminose e nel riso. L’acqua potabile può contenere manganese secondo il contenuto della roccia che passa. 

Il ferro è lo ionio centrale dell’emoglobina, Fe++ e Fe+++. Lo ionio di ferro si ossida e lega una molecola di ossigeno che poi cede. Così cambia anche il colore del sangue, da rosso-scuro venoso o povero di ossigeno a rosso chiaro ossigenato. – In funzione uguale si trova nella mioglobina, una proteina muscolare, dove fissa e trasporta l’ossigeno e nei citocromi. Citocromi sono proteine. Si parla di potenziale redox o di ossidoriduzione. Riduzione: acquisizione di elettroni (o una cessazione dell’ ossigeno)¸ ossidazione: cessione di elettroni (o un’acquisizione di ossigeno).L’assorbimento del ferro è difficile. Migliora se con l’apporto di ferro si assume contemporaneamente vitamina C o frutta, peggiora con l’assunzione di latticini, caffe o tee. Il ferro si trova nel sangue (sanguinaccio) e nel fegato, meno nella carne, nelle leguminose e nei cereali integrali. I prodotti di ferro spesso non sono sopportati bene. Raccomando un prodotto che lo è sempre: orothate de fer della Oligopharm. Talvolta le donne hanno bisogno di flebo di ferrinject. 

Lo zinco ha diverse destinazioni ed effetti nell’organismo. Fa parte di molti enzimi, per esempio quelli che hanno un esito antiossidante. Fa parte del sistema immunitario, diminuisce le sue reazioni eccessive. Zinco contribuisce alla formazione di ormoni. Zinco costituisce lo ionio centrale di una proteina detta “dito di zinco” (ZAP zinc finger antiviral protein) per la sua forma ondulante. Interagisce con DNA e RNA. Protegge anche dei virus. Zinco partecipa al metabolismo degli zuccheri, grassi e proteine. Zinco si trova nelle ostriche, nel fegato, nella soia, nel formaggio, nei fiocchi d’avena, noci, semi di girasole e di zucca.  

Il rame fa parte di diversi enzimi. Serve per la crescita cellulare e aiuta lo sviluppo delle ossa, della pelle e dei capelli. Il rame si trova nel fegato, cioccolato, pesce e nelle noci, nei cereali integrali, specialmente nei fiocchi d’avena e nelle leguminose.  

Trovo raramente lo Iodio. Suppongo perché l‘assunzione attraverso il sale arricchito con iodio è sufficiente. Non si riscontra più il gozzo che cresce per mancanza di iodio. 
Lo iodio è un cofattore degli ormoni tiroidei. Tempo fa si usava anche come disinfettante. Non tutti sopportavano questa soluzione con iodio. Agisce probabilmente per l’ossigeno che libera. 
Lo iodio si trova nelle alghe, nei pesci e nel formaggio. Ci sono anche Sali minerali che contengono iodio. 

Il molibdeno è un cofattore di enzimi che eliminano tossine e che sono antiossidanti. Il molibdeno è un portare di elettroni, ha un potenziale redox. Può presentarsi in diversi stati di ossidazione. 
Il molibdeno si trova nei cereali completi, nelle noci e leguminose. 


Oligoelementi, probabilmente essenziali per l’uomo

Cromo (Cr)

Cobalto (Co)

Fluoro (F)

Silicio (Si. SiO2)

Vanadio (V)

Cromo migliora l‘entrata del glucosio nelle cellule. Cromo fa parte del fattore di tolleranza del glucosio e diminuisce la resistenza delle cellule all’insulina. 
Il cromo si trova nel cereale integrale, nelle cozze, nelle verdure e nella frutta. 


Il cobalto fa parte della vitamina B12. L’organismo dell’uomo non può creare la vitamina B12 – deve essere assunta con carne, uova o latte. I batteri intestinali di questi animali sono in grado di produrre la vitamina B12 e gli animali l’assorbono. 
Cobalto e anche necessario per la formazione di certi enzimi. 
Cobalto si trova in piante come gli spinaci, i pomodori, lenticchie, insalata e patate. 

In natura, si riscontra il silicio non sotto la sua forma pura, ma come diossido di silicio. Pare che il diossido di silicio sia necessario per la formazione e lo sviluppo delle ossa. Si trova, sotto forma di Acido silicico anche nella pelle, nelle unghie, nei capelli e nello smalto dentale. Diossido di silicio si ottieni in commercio come estratto dell’equiseto o del bambù. Sotto forma di gel agisce come una spugna e assorbe agenti patogeni e siero. Aiuta per piccole ferite o infiammazioni come herpes labiale. La terra silicea (“farina fossile”) proviene da alghe fossili (diatomee). Noi lo usiamo come antiossidante e antimicotico. 

I cibi ricchi in silicio sono: acqua minerale o acqua, birra, patate, cereali integrali, verdure come spinaci o cavolfiore. 

Non si sa, se Fluoro è un oligoelemento essenziale per l’uomo, piuttosto no. In dosi alte è tossico. Il corpo lo usa sotto forma ionico, chiamato fluoruro
Le ossa e i denti contengono fluoruro, dà la stabilità. Il fluoruro indurisce lo smalto dentale e protegge contro la carie. Troppo fluoruro durante la gravidanza può diminuire l’intelligenza del naturo. 
Trovo fluoro o fluoruro nel corpo se contiene una quantità troppo alta, d’abitudine dovuta all’uso accentuato della pasta dentifrice contenente fluoruro. Raramente si vede la fluorosi dentale sotto forma di macchie brune nello smalto. Il dente diventa così più fragile. 
Fluoruro è tossico. La fluorizzazione dell’acqua non si fa più. 
Il fluoruro si trova da per tutto nella natura. L’acqua e tutti cibi contengono fluoruro, particolarmente i pesci, i tee neri e verdi e i cereali integrali. 
Raccomando di usare la pasta dentifrice contenente fluoruro unicamente una volta ogni 2 giorni. 

Possibilmente essenziale per l’uomo: 

Litio (Li)

Il carbonato di Litio si usa in psichiatria contro disturbi bipolari e affettivi e contro le depressioni. A mio avviso con un buon successo. Probabilmente agisce attraverso i neurotrasmettitori come la serotonina. Pare che migliora anche il sonno. 
Litio si trova nel cioccolato, nella carne, nei latticini e uova.  


Metalli patologici

Il Mercurio (Hg) ha sempre un’azione patologica nell’organismo. Entra nel corpo principalmente con gli amalgami (adesso quasi non più usati) o con il pesce per via dei mari inquinati, tempo fa anche con le vaccinazioni. Il feto può essere contagiato attraverso la placenta, se la madre è portatrice di mercurio. Il mercurio può mantenersi vita naturale durante nell’organismo. 
Nel siero è tollerato fino a 10 µg/l. Valori >50 µg/l sono valori alti. Sono rari.  
Di solito i pazienti non si accorgono che il loro corpo è contaminato di mercurio o che il mercurio influenza i loro sintomi. 
L’eliminazione è possibile, spesso dura a lungo. Il mercurio può essere scomparso negli esami, poi tornare. Suppongo che si trova nello spazio interstiziale quando lo trovo. Di là viene eliminato, ma lo spazio interstiziale può riempirsi ancora da mercurio che si trova nelle cellule. 

La rimozione degli amalgami è un inizio, ma non la fine dell’eliminazione. 

L’Alluminio (Al) non ha una funzione normale nel nostro corpo. Può unicamente disturbare. 
La terra racchiude dell’alluminio. Per questo motivo molte piante lo contengono. E con loro anche gli esseri viventi che le mangiano. Se l’eliminazione o il sistema immunitario non sono abbastanza attivi, l’alluminio si arricchisce nel corpo. 
L’alluminio si trova nelle verdure come spinaci, cereali integrali, le vongole e l’acqua.
Poi deodoranti – ci sono quelli senza alluminio -, creme antisolari, rossetti, medicamenti di vecchia generazione contro il bruciore di stomaco, vaccinazioni, fogli di alluminio (non usarli!). 

Il Nichel (Ni) può fungere, non obbligatoriamente, da cofattore in pochi enzimi. Con “non obbligatoriamente” si intende che anche altri metalli possono fungere da cofattore. 
Se trovo nichel nel corpo vuol dire che è di troppo e patologico. 
Nichel provoca delle allergie da contatto. Per questo motivo non è permesso che sia una componente di un gioiello metallico. 
Può essere cancerogeno.
Il nichel si trova nel cacao, nella noce Pekan, nelle vongole e nel fegato. Si arricchisce anche nella pelle della frutta e delle verdure: pelarle prima di mangiarle!  

L’Arsenico (As) è essenziale solamente per le galline e i ratti; per l’uomo è altamente tossico. 
In certe regioni si incontra nell’acqua, a dipendenza del percorso sotterrano dell’acqua, anche in zone della Tailandia dove cresce il riso. In questo caso il riso contiene arsenico. Anche i pesci o la frutta di mare lo contengono. Ci sono dei sorgenti termali a Schuls Tarasp che contengono arsenico. 

Il Cadmio (Cd) è tossico e può provocare un’insufficienza renale, osteoporosi e tumori. 
Il sottosuolo lo contiene in maniera naturale – perciò anche in piante che lo assorbono, come il tabacco, il riso, le patate, le verdure o i cereali. Può anche trovarsi nell’aria proveniente dei gas di scarico. Si riscontra nei carburanti i quali lo sciolgono dalle rocce. 
Si arricchisce nel fegato e nei reni – perciò non dovrebbero essere mangiati. 

Lo stagno (Sn) non ha un ruolo nella nutrizione umana e dei mammiferi. 
Lo trovo talvolta nell’organismo sotto forma tossica. 
Si trova allo stato metallico come protezione interna degli scatolami. Se c’è corrosione si formano dei composti organici dello stagno che sono molto tossici.  
Si usava pitturare lo scavo con TBT Tributyltin per proteggere contro le vongole. Portava all’intossicazione del mare, almeno nella vicinanza dei porti. Frutta di mare o pesci possono dunque contenere lo stagno. Si utilizza anche per saldare e può essere ispirato. 


Immagine: cranio e denti – tessuti pieni di minerali